il cane di nicola corre, ovvero, tag cloud

Quando ero in prima elementare o giù di lì, la maestra di italiano ci ha insegnato, come tutte le maestre a tutti gli alunni, a scrivere. Il suo metodo didattico consisteva in questo: su un cartoncino dovevamo scrivere la seguente frase: Il cane di Nicola corre. (fatto?) Poi con delle forbici con la punta arrotondata dovevamo tagliare ogni singolo elemento che componeva la frase. (fatto?) Infine dovevamo comporre quante più frasi di senso compiuto l’inventiva ci suggeriva e riportarle scritte in bella grafia sul quadernone a quadretti grandi (da 1 cm) rigorosamente con la copertina blu (fatto?).  Questo divertente e educativo (?!?!) metodo ci è stato imposto per circa un semestre! Ora io Il cane di Nicola corre, e Nicola corre, e Corre il cane di Nicola, e Il cane corre, a stento riesco a pronuncarli, tale e tanto grande è stato il trauma. Però a causa di questa tortura mi trovo spesso a ripetere l’operazione -a mente, questa volta, che sono diventato grande- con le tag cloud di certi discorsi o documenti. Come ad esempio quella del presidente Obama, oppure quella della Carta di Firenze di Renzi e Civati, oppure ancora quelle a seguito degli interventi di Bersani e Fini a Vieni via con me. Piccolo inciso: osservare e analizzare le tag cloud dei discorsi o dei documenti è davvero interessante. Spesso anche con uno sguardo piuttosto superficiale si riescono a capire molte cose. Vi lascio provare, sia il giochino che vi ho appena raccontato sia testare l’efficacia delle tag cloud, proprio con quelle riferite agli interventi di Bersani e Fini. (Bersani, dov’è la sinistra?, managgia a te). Sotto troverete alcune mie frasi tratte dalle loro parole.

La tag cloud di Fini:

Stato davvero deve essere senza italiani, figli, cittadini

Garantire tane istituzioni senza donne

Stato deve essere l’uguaglianza

Destra deve essere senza Stato.

Lavoro bene senza donne.

La tag cloud di Bersani:

Meno lavoro può essere meno dignità

Fa bene ogni paese senza sinistra

Meno povero deve essere ogni Paese

Ciascuno può dire povero italiano

Con Bersani è più difficile, chissà come mai?, per dire…

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...