sega a nastro (cit.)

…una sega a nastro su misura per signore, “abbastanza robusta per i tronchi” come recitava la réclame “ma tanto piccola da stare in borsetta”. Impugnatura, paralama e telaio erano rivestiti di autentica madreperla; e sul paralama stava scritto, a caratteri strass, un nome, circondato da dentelle di sega pronti a mordere: il nome della giovane donna da cui Zoyd l’aveva presa in prestito, che gli astanti ritennero essere il suo nome di travestito: CHERYL.

“Piano piano, ragazza, nessuno vuole farti del male, qui” disse il boscaiolo, arretrando, mentre Zoyd, pudibondo, dava uno strattone al cordone di seta del motorino d’avviamento, e la sega a nastro per signora dai manici perlacei entrava in azione. (cit.)

Per chi non lo sapesse è Pynchon (Vineland), e siamo all’inizio del libro! La sega a nastro per signore, in madreperla, con il cordone di seta… ahah. Radical chic?

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...