Nebraska

Cazzo è freddo qui intorno, non hai una coperta
No
Dai dammi una coperta lo so che ne tieni una dietro
Non rompere
Sto crepando di freddo
Hai rotto il cazzo, stai un po’ zitto
Questa macchina non può andare un po’ più forte?
Questa macchina va quanto deve andare
Ma è un rottame!
Questa macchina ti sta portando fuori dai guai, quindi non rompere
Cazzo.

La macchina procedeva a velocità costante, non troppo sostenuta, lungo una notte buia di una campagna americana. Le stelle alte in cielo erano fredde come la neve ai margini del battistrada. Cumuli di neve anneriti dai camion che con i loro fari abbagliavano Tedd al volante. Erano ore che guidava. Nebraska come colonna sonora.

Non era una musica adatta alla fuga ma era appropriata per la solitudine di quella strada e per quella dentro i loro cuori che gelava le dita sul volante. La luce dei fari si spegneva nell’oscurità poco lontano. Asfalto nero e nulla più, in una notte buia. Nell’abitacolo il fumo delle sigarette si addensava. Abbassavano di qualche dito i finestrini solo per buttare i mozziconi nella neve sporca.

Che cazzo di silenzio in questo posto dimenticato da Dio.
Speriamo che ci dimentichino anche gli uomini.
Che vuoi dire?
Non lo so, non rompere sto guidando.
Ma lo sai che m’hanno incastrato, te l’ho detto che non è colpa mia.
Si
Si cosa?
Si, me lo hai detto
E allora?
Allora taci, sto guidando.

Le montagne all’orizzonte erano solo tenebre ancora più scure del cielo sovrastante, bagnate da quell’oscurità che pesava anche sulle loro teste come una macchia, una colpa, una vertigine nel vuoto. Avrebbero potuto andare a sud, fuggire al caldo, ma Tedd prese la via opposta verso la neve sporca, il silenzio gelido come un’espiazione. Lo fece e basta, senza discuterne. Ad un semaforo svoltò a sinistra. RJ era troppo intento a bere da una lattina di birra per accorgersi che quell’incrocio sarebbe stata la scelta decisiva della sua misera vita e che non fu lui a compierla.

Che tristezza questo album, dove è l’E-Street Band? Tu non capisci un cazzo di musica.
Ma smettila e ascolta, ci sono cose che non conosciamo e che non ci aspettiamo.
Ma come parli stasera, che ti sei fumato?
Il futuro.
Ma vaffanculo.

Non si sarebbero più fermati fino all’alba, in un sperduto distributore di benzina. Fecero colazione con delle patatine e dell’altra birra. Comprarono delle sigarette e una bottiglia di whisky, per far scena con la figlia del proprietario alla cassa. Un’altra la rubarono mentre si pavoneggiavano di quanto fossero cool agli occhi della campagnola. Sigaretta nella tasca della camicia, maniche arrotolate fin sull’avambraccio, un paio di jeans sbiaditi e un intero dipartimento forse sulle loro tracce. Scappavano senza sapere se fossero veramente inseguiti. Scappavano per la loro colpa. Scappavano per la loro voglia, semplicemente, di fuggire. Il sole si alzava in cielo. Era bianco tanto il freddo sbiadiva i colori di quel paesaggio sconfinato e vuoto.

Ancora Nebraska?
Si
Per fortuna ne abbiamo prese due di bottiglie.

Con la sigaretta stretta tra le labbra RJ guardava avanti, nel nulla, e pensava alla sera prima, a quella maledetta sera. Era ubriaco. Era stanco. Lavorare coma bracciante a raccogliere legna tra la neve stancava perfino un ragazzo.
Tedd, con gli occhi sul volante, accelerava per lasciarsi dietro la paura. Aveva salvato RJ raccogliendo dal ciglio della strada mentre annaspava una fuga a piedi senza futuro. Sapeva che era colpevole, eppure innocente. Non era colpa sua. Decise di aiutarlo fosse l’ultima cosa che avesse fatto. Lo sarebbe stata. Fuggirono senza sapere per quanto tempo sarebbero scappati. E dove sarebbero arrivati. La neve sporca, il gelo dell’aria e un’alba livida li accompagnavano. Sulla strada un mozzicone di sigaretta fumava mentre in lontananza la macchina correva via. Non sarebbero più tornati.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...